Come chiedere il risarcimento per un incidente stradale

Sei stato coinvolto in un sinistro provocato da altri e non sai come richiedere il risarcimento per un incidente stradale? Dovrai presentare la denuncia del sinistro entro tre giorni, preferibilmente utilizzando il modulo CAI, alla tua assicurazione o a quella del responsabile, in base alle caratteristiche dell’incidente. La richiesta dovrà contenere i dati dei soggetti e dei veicoli coinvolti e degli eventuali testimoni, nonché luogo e orario in cui far accertare il danno, l’attività lavorativa ed il reddito del danneggiato e l’entità delle lesioni subite. Ma come avviene il calcolo per il rimborso di un incidente stradale? Scopriamolo nei prossimi paragrafi.

Le tabelle per il danno biologico per i risarcimenti stradali

Per calcolare il rimborso dell’assicurazione per un incidente stradale sono state elaborate le tabelle per il danno biologico per i risarcimenti stradali. Il risarcimento per i danni di un sinistro stradale viene liquidato secondo il cosiddetto “punto variabile”: si stabilisce un valore monetario che aumenta in base alla misura del pregiudizio e diminuisce in funzione dell’età del danneggiato. Il punto di invalidità non è costante, ma varia in ragione del grado di validità permanente: più è alto e maggiore sarà il valore economico. Il rimborso per un incidente stradale viene calcolato moltiplicando il grado di invalidità permanente per il valore monetario del singolo punto e diminuendo il risultato ottenuto in base all’età del danneggiato.

RICHIEDI SUBITO LA NOSTRA CONSULENZA E OTTIENI IL MIGLIOR RISARCIMENTO

L’inabilità temporanea assoluta

Dopo aver capito cosa sono le tabelle per i danni per un sinistro stradale, andiamo ad analizzare alcuni termini tecnici che possono sorgere in caso di incidenti gravi. Il primo è inabilità temporanea assoluta, ovvero la perdita totale della possibilità di svolgere tutte le azioni che caratterizzano la propria routine quotidiana.

L’inabilità temporanea parziale

L’inabilità temporanea parziale viene riconosciuta invece nel caso in cui sussista un’impossibilità fisica che consente alla persona in questione di compiere queste azioni solamente in minima parte. Entrambi i casi, sia inabilità temporanea assoluta che inabilità temporanea parziale, vengono considerati come un danno biologico limitato nel tempo. Per questo motivo il rimborso per l’incidente stradale è calcolato su base diaria e l’importo finale dipenderà dal numero dei giorni previsti per la guarigione.

L’invalidità temporanea assoluta

Sul calcolo del rimborso per un incidente stradale peserà dunque l’invalidità temporanea assoluta, ad esempio il colpo di frusta, ovvero il periodo di tempo necessario affinché il danneggiato possa ritenersi clinicamente guarito. Essa viene computata facendo riferimento al numero di giorni di invalidità temporanea assoluta ed alla sua percentuale. Per qualsiasi informazione in merito e per aiutarti a richiedere il risarcimento per l’incidente stradale, contatta i professionisti di Studio9 Risarcimenti Assicurativi.

 

Di seguito un esempio di rimborso per danno biologico di lieve entità fino a 9 punti.

Esempi risarcimenti tabelle tribunale di Milano Lieve entità. fino 9 punti pdf

RICHIEDI SUBITO LA NOSTRA CONSULENZA E OTTIENI IL MIGLIOR RISARCIMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *